Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaSanità › 51 denunce delle Fiamme Gialle nel Cagliaritano
Cor 24 marzo 2020
51 denunce delle Fiamme Gialle nel Cagliaritano
Le attività hanno riguardato in particolar modo l’osservanza delle limitazioni alle aperture degli esercizi commerciali nonché dei divieti di spostamento delle persone fisiche legati all´emergenza Covid-19


CAGLIARI - In attuazione delle intese assunte in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi nei giorni scorsi presso la Prefettura, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari hanno intensificato le attività di verifica sull’osservanza dei divieti imposti dal Governo, volti a contenere la diffusione del Covid-19, meglio noto come “Coronavirus”. Le attività hanno riguardato in particolar modo l’osservanza delle limitazioni alle aperture degli esercizi commerciali nonché dei divieti di spostamento delle persone fisiche.

In questi ultimi giorni, militari del Comando Provinciale, hanno eseguito complessivamente 2040 controlli alle persone e 34 agli esercizi commerciali, rilevando, nel complesso, 51 situazioni in relazione alle quali è scattata la denuncia a piede libero per violazione dell’articolo 650 del c.p. (inosservanza di un ordine impartito dalla pubblica autorità). In più di una circostanza, i Baschi Verdi della 2^ Compagnia di Cagliari sottoponendo a controllo diversi soggetti trovati ben lontano dalle proprie abitazioni con la motivazione di voler “uscire per fare una passeggiata” o “incontrare un amico”, insospettiti dall’atteggiamento eccessivamente guardingo mostrato, hanno approfondito le circostanze ed appurato che la reale finalità della loro presenza all’aperto era legata allo spaccio o all’approvvigionamento di sostanze stupefacenti.

Quattro soggetti sono stati così segnalati all’Autorità Giudiziaria per inosservanza delle disposizioni emergenziali volti ad arginare l’attuale epidemia: per uno di loro si è anche aggiunta l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre per le altre tre è scattata la segnalazione, quali assuntori, alla locale Prefettura. Nelle varie circostanze sono stati sequestrati, in totale, 10,6 grammi di marijuana e 11,8 grammi di hashish. Sempre i Baschi Verdi hanno sottoposto a controllo una pizzeria da asporto del capoluogo trovata aperta nonostante il divieto. I militari hanno denunciato il titolare dell’esercizio commerciale (segnalato anche all’Autorità Prefettizia che potrà irrogare la sanzione accessoria della chiusura dell’attività da 5 a 30 giorni), unitamente al cliente, il quale, “avendo voglia di una pizza” ha ritenuto opportuno recarsi presso la pizzeria ed acquistarne una.

I militari della Tenenza di Sarroch, a Pula, hanno proceduto al controllo di un venditore ambulante di abbigliamento di origine senegalese e residente a Cagliari, in possesso sia di regolare permesso di soggiorno che di licenza commerciale ma risultato intento a svolgere la propria attività di vendita, in totale violazione dei divieti vigenti, in quanto non rientrate tra quelle consentite dal citato DPCM dell’11 marzo 2020. Anche per lui, oltre la denuncia penale, è scattata la violazione amministrativa connessa al mancato rispetto dell’obbligo di chiusura.

Ad Assemini una ragazza nigeriana residente a Cagliari è stata anch’essa denunciata in quanto si trovava fuori dalla propria abitazione, con la scusa di voler andare a mangiare qualcosa da una propria amica. Anche il litorale del Sarrabus è stato oggetto di specifici controlli che hanno portato alla denuncia di 10 soggetti. Cittadini della zona, residenti a San Vito, a Castiadas ma anche a Cagliari e Sestu, che, complice il bel tempo si sono recati in spiaggia (Cala Sinzias come Campulongu) come in una normale giornata primaverile. “Voglia di farmi un bel bagno”, di “passare qualche ora spensierata”, oppure “andare a pesca”: queste le giustificazioni fornite ai militari. Tra i controllati anche una signora proveniente dalla Lombardia, la quale, anch’essa con la motivazione di fare un bagno, ha peraltro violato la disposizione che le imponeva l’isolamento fiduciario precauzionale in quanto proveniente da fuori isola.
Commenti
10:10
La gestione dell´emergenza Covid-19 ad Alghero e il mancato accreditamento del reparto di Terapia intensiva dell´ospedale Civile (a differenza di quanto avvenuto per altre strutture) oggetto di un dettagliato accesso civico nelle mani della Procura di Cagliari
3/4/2020
Dopo le lamentele e le denunce pubbliche, anche in occasione dell´ultima seduta di Consiglio, il sindaco rompe finalmente gli indugi invia una missiva all´Assessore alla Sanità della Regione, al Commissario dell´Ats e al Direttore del presidio ospedaliero
13:29
A sostegno dei pazienti sottoposti a terapia dialitica cronica prende posizione il gruppo Progressisti in Consiglio regionale, con un´interrogazione che vede Antonio Piu come primo firmatario
15:06
Diecimila kit per i test del Covid-19 sono arrivati questa mattina al porto di Cagliari per essere destinati ai laboratori del sistema sanitario regionale impegnati nella lotta contro l´epidemia
15:25
Un cittadino di Alghero si rivolge così a Mario Conoci: «mi sembra non abbia correttamente il senso del civismo che lo deve guidare (dal cives romano), nonchè il rispetto per le intelligenze altrui». Esplode la polemica intorno ai dati censurati sull´epidemiologia ad Alghero
4/4/2020
È un record preoccupante quello registrato ieri. Coronavirus, ancora controlli e denunce della Polizia locale a Sassari. Su 125 controlli a privati e 10 a esercizi commerciali, 8 sanzioni
4/4/2020
Lo dice Enza Silanos, del direttivo algherese del Partito dei Sardi, in riferimento anche alle furenti polemiche divampate ad Alghero sull´assenza di dati ufficiali sull´andamento epidemiologico nel territorio comunale
3/4/2020
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna ha preso parte alla videoconferenza convocata dal presidente del Consiglio dei ministri Conte con tutti i presidenti di Regione, e con la partecipazione dei ministri Boccia e Speranza, del capo della Protezione civile Borrelli e del commissario Arcuri, incentrata sui problemi delle Regioni nel contrasto alla pandemia
2/4/2020
Nuova giornata di test e sanificazioni nell´ospedale di Alghero dove molti medici, infermieri e operatori sono sottoposti ai tamponi per tentare di delineare l´effettiva portata dei contagi
3/4/2020
«Tutti i Paesi che si macchieranno della pratica ignobile di requisire presidi sanitari destinati in Italia devono essere denunciati in tutte le sedi internazionali competenti». Lo chiedono in una nota congiunta i deputati del Movimento 5 stelle Pino Cabras e Iolanda Di Stasio
2/4/2020
Interventi nel carcere di Bancali, in Corte d’appello ed in alcune caserme del territorio a cui si aggiungono quasi 12 mila metriquadri di uffici e spazi da sanificare nei Comuni di tutta la provincia
3/4/2020
«Subito i tamponi per tutto il personale del reparto di Medicina di Alghero», lo chiedono ufficialmente e pubblicamente Valdo Di Nolfo, Ornella Piras, Raimondo Cacciotto, Pietro Sartore, Mario Bruno e Gabriella Esposito, Mimmo Pirisi
3/4/2020
Era ricoverato nel Reparto Servizio psichiatrico di diagnosi e cura dell´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari da una settimana. Ora, è stato trasferito nel Reparto Malattie infettive
4/4/2020
Si è spenta serenamente all’età di 98 anni una delle ospiti della Casa di riposo “Nostra Segnora de su Meraculu” risultate positive, pochi giorni fa, al controllo dei tamponi per il CoronaVirus e assistita fino alle sue ultime ore dal medico di base e dal personale infermieristico


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)