Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziealgheroPoliticaOpere › Piscina: caos a Maria Pia, contratto risolto
Cor 6 agosto 2020
Piscina: caos a Maria Pia, contratto risolto
Nonostante le rassicurazioni degli ultimi mesi, precipita la situazione ad Alghero, tanto che l´Amministrazione comunale decide di rescindere il contratto con l’impresa Consorzio Stabile Alveare Network alla quale venivano consegnati i lavori il 13 novembre 2017. All'orizzonte un lungo contenzioso


ALGHERO - Precipita la situazione a Maria Pia. Dal novembre 2018, data in cui avrebbero dovuto concludersi i lavori, sono passati quasi due anni, ma la nuova piscina comunale non è ancora ultimata. Richieste di proroga, contenziosi, contestazioni, ritardi, mancati adempimenti agli ordini di servizio: l’Amministrazione sceglie una decisione drastica e decide di risolvere il contratto d’appalto per grave inadempimento contrattuale con l’impresa Consorzio Stabile Alveare Network alla quale venivano consegnati i lavori il 13 novembre 2017.

«Vogliamo che la piscina comunale venga ultimata, e il più in fretta possibile, non possiamo permetterci che diventi una incompiuta. Per questo motivo abbiamo fatto una scelta di forza, e la faremo ancora se dovessero ripetersi situazioni simili: proseguire senza certezze, come è stato fatto in questi anni, non è più sostenibile. Dobbiamo andare avanti ora con rapidità per ultimare l’appalto nel più breve tempo possibile», spiega il Sindaco Mario Conoci.

«L’Amministrazione - aggiunge l’Assessore ai Lavori pubblici Antonello Peru - adotterà d’ora in avanti la linea della fermezza nei confronti di atteggiamenti simili. Abbiamo la necessità di portare a termine i lavori nei tempi previsti compatibilmente con le variabili congrue delle tempistiche delle opere pubbliche, ma eviteremo il ripetersi di situazioni analoghe come quelle della piscina, dove si sono verificati gravi inadempienze».

Diversi sono i presupposti che hanno costretto il Settore Lavori Pubblici a firmare la determinazione dirigenziale con la quale si chiude il rapporto con l’impresa: richieste di perizia, proroghe dei termini, sospensioni, mancati adempimenti, violazioni. La lunga serie di sollecitazioni fatte recentemente non hanno sortito alcun esito, così come i tentativi esperiti dal Dirigente del settore per l’ottemperamento degli obblighi contrattuali.

«Da qui la decisione di chiudere il rapporto per ripartire con rinnovata energia. All’ultimazione dell’opera mancano circa 300 mila euro di lavori, una cifra relativamente piccola, ma la prospettiva, più che concreta, di vedere ancora allungarsi il raggiungimento del traguardo ha costretto l’Amministrazione a fare ciò che si sarebbe dovuto fare con coraggio negli anni scorsi» precisano dagli uffici di Porta Terra.
Commenti
18/9/2020
I fondi serviranno per la realizzazione del secondo lotto della condotta. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica è stato approvato mercoledì dall´Ente di governo dell´ambito della Sardegna
11:19
Le operazioni in programma domani consistono nella demolizione di tutti calcinacci dalle strutture portanti in cemento armato. Si tratta di materiale che potrebbe staccarsi e precipitare sulla linea ferroviaria sottostante (Sassari-Sorso) e nel passaggio a livello di Via Padre Luigi Deligia
17/9/2020
Il capogruppo Dem in consiglio comunale ad Alghero rompe gli indugi e punta il dito sul 2010 e l´operato dell´allora Giunta, responsabile - a suo dire - dell'inizio dei gravi problemi sul Ponte Serra


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)