Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziesassariEconomiaLavoroCovid-19, emergenza lavoro nel Sassarese
Cor 25 marzo 2020
Covid-19, emergenza lavoro nel Sassarese
Attualmente sono 14.797 le imprese operative a fronte delle 33.766 che marciano in condizioni normali e 47.352 sono gli addetti impegnati rispetto a un totale di 94.156


C’è grande preoccupazione nel sindacato per le ricadute pesanti delle restrizioni sul Sassarese, territorio già martoriato da una crisi decennale. Attualmente sono 14.797 le imprese operative a fronte delle 33.766 che marciano in condizioni normali e 47.352 sono gli addetti impegnati rispetto a un totale di 94.156. La gran parte delle imprese ha sospeso l’attività malgrado tante continuino a operare se pure in condizioni di oggettiva difficoltà.

La Cisl lancia l’allarme e dice a chiare lettere che nel settore pubblico e privato devono essere garantite le modalità organizzative che rendono possibile la continuazione dell’attività senza compromettere la salute dei lavoratori e dei cittadini adottando, quindi, tutti i sistemi di protezione individuale (Dpi) e facendo ricorso, dove è possibile, alle modalità di smart working.

«Siamo di fronte a una grave emergenza sanitaria – rimarca Pier Luigi Ledda, segretario territoriale della Cisl – che richiede uno sforzo straordinario da parte dell’UE e del Governo nazionale con lo stanziamento di risorse straordinarie per difendere la salute dei cittadini e contrastare gli effetti negativi dell’epidemia su un’economia già sofferente». «La Regione Sardegna deve fare la sua parte e in questo momento particolare la Cisl preme per l’adozione di provvedimenti necessari a contenere l’emergenza, tutelare la salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori, garantire il reddito a copertura delle sospensioni delle attività».

«Come Cgil Cisl Uil abbiamo più volte ribadito che sorveglieremo e agiremo denunciando con grande determinazione ogni sottovalutazione o abuso, ricorrendo, se serve, a tutte le forme di mobilitazione, sciopero incluso, affinché nei luoghi di lavoro siano garantite e rispettate le condizioni a tutela della sicurezza e della salute». «È il momento dell’unità e della coesione sociale – conclude Ledda – come è avvenuto in altri momenti drammatici della storia del nostro Paese, ma occorrono anche interventi straordinari per contrastare gli effetti negativi dell’emergenza sulla nostra economia».
Commenti
3/4/2020
Lo ha dichiarato l’assessore regionale del Lavoro, formazione e cooperazione sociale Alessandra Zedda, comunicando che oggi, sarà pubblicato sul sito SardegnaLavoro l’Avviso contenente le specifiche per la presentazione, da parte dei datori di lavoro o loro delegati, delle domande per l’attivazione della cassa integrazione in deroga, il cui invio potrà essere effettuato per via telematica dalle 9 di mercoledì 8 aprile
4/4/2020
Saranno coinvolti 8036 dipendenti, 540 solo in Sardegna. Nell’isola i lavoratori dei tre ipermercati: Cagliari Marconi 203, Sassari 158 e Olbia 158. L´accordo non si applicherà a Cagliari Santa Gilla poiché già passato a Conad Sardegna
4/4/2020
La deputata del Movimento 5 stelle Mara Lapia chiede alla Regione autonoma della Sardegna ed all´Ats di «stabilizzare gli operatori del Laboratorio del San Francesco utilizzati nell´emergenza Covid-19 e, a fine mese, scaricati dall´Assl»
4/4/2020
«In Sardegna esistono posti di lavoro dove, ogni giorno da quando è iniziata l’emergenza, centinaia di persone condividono l’aria, gli spazi e in alcuni casi gli strumenti di lavoro. Sono i luoghi di lavoro rimasti aperti: fabbriche, call center, uffici pubblici, grandi esercizi commerciali, farmacie», sottolineano gli esponenti del Gruppo Progressisti in Consiglio regionale


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)