Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziesassariCulturaUniversità › Il seme della discriminazione a Sassari
Red 28 febbraio 2019
Il seme della discriminazione a Sassari
“Il linguaggio come violenza e la violenza nel linguaggio” è l´argomento dell´evento in programma domani pomeriggio nell’Aula Magna dell’Università


SASSARI – Domani, venerdì 1 marzo, dalle 15 alle 18, nell’Aula Magna dell’Università degli studi di Sassari, si terrà un evento intitolato “Il seme della discriminazione: Il linguaggio come violenza e la violenza nel linguaggio”. L'incontro intende invitare alla riflessione sulle discriminazioni contro le donne in campo linguistico. Dagli Anni Ottanta, con il libro di Alma Sabatini “Il sessismo nella lingua italiana”, è cominciato un percorso per riconoscere e combattere il sessismo in uno dei più importanti “corpi” sociali: il “corpo” della lingua.

Questo tema è attuale e sempre presente anche oggi. Nel percepire le sfide che si nascondono dietro la lingua e riguardano la discriminazione di genere, la consigliera di Parità provinciale ed il Comitato Pari opportunità dell’Ordine forense di Sassari, in collaborazione con il Comitato unico di garanzia dell’Università di Sassari, hanno organizzato questo evento per invitare il pubblico a discutere non solo sulla discriminazione, ma anche sulla violenza linguistica contro le donne.

Animano il dibattito, moderato dal direttore del quotidiano “La Nuova Sardegna” Antonio Di Rosa, le docenti Giuliana Giusti (Università Ca' Foscari di Venezia), Patrizia Patrizi (Università di Sassari), la giornalista di “Giulia Giornaliste Sardegna” Vannalisa Manca. L’evento si inserisce nell’ambito del Corso di formazione in Diritto Antidiscriminatorio a cura della consigliera di Parità provinciale e dal Comitato Pari opportunità dell'Ordine forense di Sassari.
Commenti
8:23
Al via l´iniziativa. Domani, è in programma il primo dei quattro incontri organizzati dall´Ateneo per coinvolgere gli studenti sulle tematiche contenute nell´Agenda Onu 2030. Si inizierà con il seminario di Alessandra Carucci su “Acqua pulita e servizi igienico-sanitari”. Seguiranno altri tre appuntamenti ed un contest
11:26
È partito in questi giorni il progetto Faircom, che vede cinque Paesi europei (Spagna, Italia, Grecia, Paesi Bassi e Lettonia) impegnati nella creazione e promozione di nuove linee guida internazionali per un risarcimento equo ed efficiente in favore delle vittime di reati sessuali


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)