Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieolbiaCronacaCronacaPattadesa dal Pakistan: imprenditore denunciato
Red 15 giugno 2019
I finanzieri del Comando provinciale di Sassari, coordinati dalla Procura della Repubblica di Tempio Pausania, hanno concluso un’articolata operazione nel settore della tutela del “Made in Italy” e delle frodi ai consumatori sequestrando, in diverse aziende specializzate nella vendita di prodotti sardi, circa mille coltelli recanti false indicazioni sulla provenienza
Pattadesa dal Pakistan: imprenditore denunciato


TEMPIO PAUSANIA - I finanzieri del Comando provinciale di Sassari, coordinati dalla Procura della Repubblica di Tempio Pausania, hanno concluso un’articolata operazione nel settore della tutela del “Made in Italy” e delle frodi ai consumatori sequestrando, in diverse aziende specializzate nella vendita di prodotti sardi, circa mille coltelli recanti false indicazioni sulla provenienza. L’attività delle Fiamme gialle, scaturita da un primo sequestro effettuato a Golfo Aranci a maggio, ha riguardato, in particolare, un imprenditore della provincia di Cagliari, presente su diversi siti di vendita on-line ed in numerosi negozi dell’isola, che reclamizzava i propri prodotti spiegando come per la loro realizzazione venissero impiegati “i migliori materiali, acciai per le lame, legni e corna per i manici” con lame “realizzate “in acciaio damascato, particolare lavorazione a venature di ricercato pregio e bellezza”.

Le attività investigative, coordinate dal procuratore della Repubblica di Tempio Gregorio Capasso e dal sostituto procuratore Nadia La Femina, consentivano di verificare come l’imprenditore acquistasse i coltelli dal Pakistan per pochi dollari, rivendendoli poi ad un prezzo che poteva superare i 400euro. E' stata quindi disposta dalla Procura tempiese la perquisizione dell’abitazione/officina dell’indagato, molto presente anche a fiere ed eventi nazionali. Tra i coltelli sequestrati, i modelli classici pattadesa, arburesa, guspinesa, sinniesa, coltelli da scuoio a serramanico ed a lama fissa, che si presentavano simili agli originali, tanto da indurre in errore un normale acquirente, corredati perfino da un certificato di garanzia che ne attestava la lavorazione artigianale “seguendo gli antichi principi della tradizione sarda”.

Lo sviluppo degli elementi acquisiti nel corso delle perquisizioni ha consentito di individuare i punti vendita nei quali venivano commercializzati i coltelli pakistani e, nei giorni scorsi, i finanzieri appartenenti ai Comandi provinciali di Sassari, Cagliari, Nuoro e Milano hanno eseguito il decreto di sequestro preventivo del giudice per le indagini preliminari di Tempio Cristina Arban. Complessivamente, l’intervento ha consentito di porre sotto sequestro 957 coltelli oltre a numerose custodie e certificati di garanzia
Commenti
18/7/2019
I finanzieri del Nucleo di Polizia economico finanziaria hanno denunciato due imprenditori residenti in provincia di Cagliari, dopo l’accertamento di una frode a valere sui fondi che l’Unione europea mette a disposizione per la valorizzazione ed il sostegno delle attività imprenditoriali in campo agricolo
22:04
Un finanziere della locale Tenenza ha riportato lesioni, giudicate guaribili in quindici giorni, al termine di una colluttazione con un autotrasportatore che, fermato dopo una manovra pericolosa, ha rifiutato di sottoporsi ai controlli
18/7/2019
Due giovani, in stato di alterazione-psicofisica, hanno disturbato i festeggiamenti di San Sebastiano. Per questo, sono stati denunciati dai Carabinieri di Mamoiada
19/7/2019
Nell’ambito di un’indagine condotta dalla Procura della Repubblica di Sassari, le Fiamme gialle del Comando provinciale hanno dato esecuzione a decreti di perquisizione emanati nei confronti di cinque persone (dirigenti dei Dipartimenti di Giurisprudenza e di Scienze economiche e aziendali, nonché docenti dell’Università degli studi di Sassari)
19/7/2019
Giornate di intenso lavoro per gli uomini dell’Ufficio Circondariale marittimo di Golfo Aranci al comando del tenente di Vascello Angelo Filosa, questa volta intervenuti per la segnalazione di un noleggiatore abusivo in una spiaggia in zona Portisco
18/7/2019
L’attività investigativa, denominata “Operazione Mandingo” risalente al 2015, aveva consentito di arrestare, in flagranza di reato, tre persone, con il complessivo sequestro di oltre 700grammi di cocaina destinata al mercato cittadino
18/7/2019
In occasione della stagione estiva, la Questura di Nuoro ha intensificato i servizi di controllo del territorio, in particolare nelle zone costiere orientali ed occidentali, dove si registra un notevole aumento del flusso turistico
8:07
Continuano i servizi predisposti dal Comando provinciale di Nuoro per verificare il regolare impiego di lavoratori subordinati e prevenire gli incidenti sul luogo di lavoro
7:08
I militari del Comando provinciale di Nuoro sono stati impegnati in un’attività straordinaria di controllo del territorio, concentrando le verifiche soprattutto nei litorali per il contrasto alla contraffazione ed al commercio abusivo
17/7/2019
I finanzieri del Comparto Aeronavale di Alghero, nell’ambito di un’operazione di polizia ambientale coordinata dal Reparto Operativo aeronavale di Cagliari su tutto il territorio regionale, hanno scoperto un deposito di rifiuti gestita senza il rispetto delle stringenti normative del settore
© 2000-2019 Mediatica sas