Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieportotorresCronacaVandalismo › Pupazzo natalizio vandalizzato: «servono le telecamere»
Mariangela Pala 27 dicembre 2018
Un pupazzo di neve realizzato con materiale riciclato era stato posizionato nella piazza della Consolata vicino ad un alberello di Natale, ma i soliti “guastafeste” hanno pensato bene di staccargli la testa
Pupazzo natalizio vandalizzato: «servono le telecamere»


PORTO TORRES - Un pupazzo di neve realizzato con materiale riciclato era stato posizionato nella piazza della Consolata vicino ad un alberello di Natale, ma i soliti “guastafeste” hanno pensato bene di staccargli la testa. E’ successo nella notte tra domenica 23 e lunedì 24 dicembre dopo che alcuni cittadini di propria iniziativa avevano ricreato con passione un’atmosfera natalizia, rovinata da alcuni vandali che spesso gettano un senso di scoramento sulla città.

La testa del pupazzo ripristinata dagli stessi volontari, che all’interno riportava un disegno della natività, è stata staccata e portata via solo per puro divertimento, un gesto vandalico che riporta all’attenzione il problema della telecamere di videosorveglianza, un progetto finanziato dalla Regione nel 2013 con una somma pari a 113mila euro. La segnalazione è stata fatta in consiglio comunale dalla consigliera Loredana De Marco che ha richiesto la convocazione della commissione competente con la presenza della polizia di Stato e del vicesindaco Marcello Zirulia, per conoscere lo situazione della videosorveglianza e chiedere la predisposizione di un Regolamento per la salvaguardia e la tutela dei beni pubblici.

Entro la fine dell’anno 37 telecamere dovevano vigilare su tutto il territorio di Porto Torres contro eventuali episodi illeciti o di microcriminalità. Ma ancora non c’è nessuna traccia dei dispositivi di sicurezza. La società Telecom si era aggiudicata direttamente l’affidamento del progetto esecutivo e la realizzazione della rete di monitoraggio ambientale per la sicurezza del cittadino e del territorio.

In accordo con il comando dei Vigili urbani le telecamere dovranno essere collocate in luoghi strategici come scuole, edifici e luoghi pubblici, segnalate e attive tutti i giorni 24 ore su 24 in modo da prevenire atti vandalici o riscontrare, e quindi sanzionare, comportamenti contro l’ambiente e il patrimonio dell’ente con un collegamento con le forze dell’ordine che potranno accedere a immagini e dati. Nel progetto preliminare è prevista l’installazione delle telecamere sulla litoranea di Platamona, nei pressi dei varchi del porto, in centro, nelle periferie, e nelle strade urbane di connessione con la fascia costiera e nei quartieri spesso bersaglio di atti di vandalismo.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas