Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziealgheroCulturaSocietà › Convegno diocesano a Padria
Red 22 novembre 2019
Viabilità, mobilità nel territorio e servizi alla famiglia. Se ne parlerà lunedì mattina, nell’ex Convento dei frati francescani a Padria dove gli interventi di autorevoli relatori della realtà locale aiuteranno i presenti ad approfondire la tematica proposta dall’Ufficio per i Problemi sociali e il lavoro della Diocesi di Alghero-Bosa, in collaborazione con il Comune di Padria, l’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali ed il Progetto Policoro
Convegno diocesano a Padria


ALGHERO - Viabilità, mobilità nel territorio e servizi alla famiglia. Se ne parlerà lunedì 25 novembre, nell’ex Convento dei frati francescani a Padria dove, dalle 10, gli interventi di autorevoli relatori della realtà locale aiuteranno i presenti ad approfondire la tematica proposta dall’Ufficio per i Problemi sociali e il lavoro della Diocesi di Alghero-Bosa, in collaborazione con il Comune di Padria, l’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali ed il Progetto Policoro. Sullo sfondo la questione “spopolamento” di cui si è già parlato lo scorso anno e per la quale, per volontà del vescovo Mauro Maria Morfino, la Diocesi dedica alcune riflessioni sul gravissimo problema del decremento demografico: quasi tutti i Comuni non costieri sono toccati da questo fenomeno così imponente che non accenna ad arrestarsi. Le popolazioni ne sono fortemente colpite: l’indice di vecchiaia nei piccoli Comuni delle zone interne tocca cifre impressionanti: Semestene è, per esempio, il Comune (con un indice di vecchiaia pari al 1300percento) tra i più esposti al rischio estinzione.

Cosa fare allora per uscire da questa morsa stringente ed impietosa che è lo spopolamento? Sono almeno due gli obiettivi-cardine su cui è urgente intessere ogni ragionamento: assicurare la fruibilità dei Servizi sociali delle zone interne, agli stessi livelli di quelli esistenti nei poli urbani; alimentare la cultura della solidarietà nel territorio. Il primo obiettivo è classificabile tra i beni materiali che, per essere attuato, necessita di notevoli investimenti finanziari (pubblici e privati) in materia di infrastrutture quali strade, reti informatiche, servizi sanitari, scolastici ed altri; mentre il secondo (la cultura della solidarietà), classificabile tra i beni immateriali, non ha costi ingenti: si tratta di favorire l’incontro tra le popolazioni e le istituzioni che ne hanno la responsabilità del governo.

Spesso capita che la mancanza di sviluppo di un territorio non è causata della carenza di risorse economiche bene o male reperibili in qualche modo, bensì per carenza di idee e di intraprendenza da parte delle collettività che ci vivono. Sono, questi, gli aspetti che denotano lo stato di salute di una popolazione: essa è anonima ed insignificante se vive nella separatezza, nell’isolamento e nella reciproca indifferenza tra le persone; mentre è vitale ed intraprendente se ricerca ed applica la cultura della collaborazione, della solidarietà e dell’ascolto generoso dell’altro. Il convegno a Padria è segno tangibile della concreta attenzione che si vuole dare a questi luoghi a torto considerati marginali; ma è proprio su questi luoghi che si vuole scommettere per ridare slancio e speranza di un futuro migliore, soprattutto tra i coraggiosi giovani che continuano ad animarli vivendoci nonostante i disagi e le notevoli difficoltà.

Alla Giornata di studio interverranno il vescovo Morfino (con una Lectio magistralis sull’argomento), il sindaco di Padria Alessandro Mura, il presidente del Consiglio regionale Michele Pais e l’amministratore straordinario della Provincia di Sassari Pietrino Fois. Con loro, tanti altri professionisti, docenti universitari, ma anche gli studenti del Liceo di Pozzomaggiore, voce giovane del territorio. Le conclusioni saranno affidate all'assessore regionale ai Lavori pubblici Roberto Frongia. Il convegno sarà moderato dal direttore dell’Ufficio diocesano per i Problemi sociali e il Lavoro Tonino Baldino.

Nella foto: il convegno dello scorso anno
Commenti
10:10
La parlamentare del Movimento 5 stelle Paola Deiana riflette sulla morte di Piero Terracina, uno degli ultimi sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz, che anche lei ha avuto l’onore di ascoltare da studentessa, durante un incontro tenuto al liceo classico di Alghero
© 2000-2019 Mediatica sas