Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziesassariCronacaSanità › Screening: i bambini in Cardiologia
Red 11 novembre 2019
Ha preso il via il progetto “Un minuto per la vita”, che coinvolgerà mille alunni delle prime classi delle scuole Primarie di Sassari. Per il prossimo anno, si pensa di allargarlo a livello provinciale
Screening: i bambini in Cardiologia


SASSARI – Sono entrati in fila per due, mano nella mano, occhi vispi e tanta curiosità. Hanno percorso il corridoio degli ambulatori, hanno salutato medici ed infermieri e hanno, da subito, preso “possesso” della sala giochi del reparto. Con loro, due maestre delle classi prime della scuola Primaria di Li Punti e cinque mamme. Sono i primi alunni delle scuole cittadine. che hanno aderito al progetto “Un minuto per la vita”, il progetto della Cardiologia pediatrica dell'Aou di Sassari, che ha l'obiettivo di individuare eventuali patologie che costituiscono un fattore di rischio per morte improvvisa. I primi sedici bambini sono arrivati a bordo di uno scuolabus messo a disposizione dall'Atp. Nella sala giochi-d'attesa hanno aspettato il loro turno, sotto gli occhi vigili delle maestre e delle mamme. E poi, uno per volta, accompagnati dalle infermiere e dalle dottoresse della Cardiologia pediatrica, con tutta tranquillità si sono sottoposti all'Ecg ed alla visita. Infatti, il progetto prevede una visita cardiologica ed un Ecg ai bambini delle sole prime classi delle scuole Primarie. E così, tutti i venerdì, fino a maggio 2020, per un giorno alla settimana, i medici saranno impegnati nello screening di una-due classi per volta, a seconda del numero dei bambini. Il progetto prevede il controllo di circa mille alunni di quarantaquattro prime elementari dei nove istituti comprensivi della città.

«Questo progetto – ha dichiarato il responsabile del reparto di Cardiologia pediatrica Mario Pala – rappresenta una sfida per la Cardiologia moderna. Molte morti che noi chiamiamo di tipo elettrico, sono di origine cardiaca e la causa va individuata semplicemente con l'elettrocardiogramma, un esame che, a cent'anni dalla sua invenzione, è validissimo per individuare questo tipo di patologie». L'iniziativa nasce quindi dalla volontà di prevenire la morte cardiaca improvvisa che, al giorno d'oggi, rappresenta circa il 45percento delle morti di origine cardiovascolare. Si tratta di una prima ed importante esperienza, perché può considerarsi un vero e proprio screening di massa che, in Sardegna, non è mai stato fatto su bambini in tenera età. Inoltre, il progetto mira a individuare eventuali cardiopatie congenite e, se necessario, avviare i piccoli pazienti ad ulteriori accertamenti.

«Contiamo di presentare questo progetto anche il prossimo anno – ha aggiunto Pala – con l'obiettivo di estendere questa attività di prevenzione agli alunni delle prime classi delle scuole della provincia. Un progetto ambizioso, che pensiamo di portare avanti anche con il contributo di privati. Tra questi, il gruppo folk San Nicola di Sassari che, il 25 gennaio, con lo spettacolo in programma al Teatro Comunale, si è messo a disposizione per una raccolta di fondi per l'acquisto di macchinari utili agli esami cardiologici. Un contributo potrà arrivare anche dalla Conad di Sassari, che si è resa disponibile a co-finanziare l'iniziativa a respiro provinciale, assieme ad altri privati». Il progetto vede coinvolte la Cardiologia pediatrica dell'Azienda ospedaliero universitaria di Sassari, il Comune di Sassari, l'Atp e la Fondazione di Sardegna.
Commenti
18:50 video
Le immagini dell'intervento dell'elisoccorso in Viale della Resistenza ad Alghero. Immediati i soccorsi: il giovane è stato rianimato nella sua abitazione, intubato e trasporto d'urgenza in ospedale a Sassari. E' gravissimo
14/12/2019
Peste suina africana: tra Talana e Villagrande Strisaili, nelle località Cabu Cuai e Targiola, sono stati abbattuti alcune decine di maiali al pascolo brado illegale, non registrati, di ignota proprietà e mai sottoposti a controllo sanitario
14:32
«Chiediamo al presidente del Consiglio di convocare il Consiglio prima di Natale o anche durante le festività natalizie, mettendo la discussione sulla sanità come primo punto all’Od, in modo che il sindaco possa riferire in aula per spiegare quali siano le scelte che si stanno facendo in Regione e per capire quali azioni si vogliano intraprendere per garantire il diritto dei cittadini del nostro territorio di curarsi in Alghero», propongono gli esponenti dell´Opposizione consiliare
13/12/2019
Un corso organizzato dall´Aou di Sassari metterà al centro le sfide che gli operatori della salute devono affrontare per dare ai pazienti il massimo dei benefici dalle terapie disponibili. Sarà anche l´occasione per presentare il Pdta dell´azienda di Viale San Pietro per la presa in carico del paziente affetto da questa patologia
© 2000-2019 Mediatica sas