Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziesassariPoliticaAmministrazione › Sassari ha un nuovo garante
Red 6 novembre 2019
Il Consiglio comunale ha nominato il nuovo garante dei diritti delle persone private della libertà personale. Con venticinque voti su trentuno, nella prima votazione, la massima assise cittadina ha puntato su Antonello Unida
Sassari ha un nuovo garante


SASSARI - Con venticinque voti su trentuno ed alla prima votazione, il Consiglio comunale di Sassari ha nominato ieri (martedì) Antonello Unida garante dei diritti delle persone private della libertà personale. Classe 1962, impiegato, con una laurea in Scienze e tecnologie psicologiche, da oltre quindici anni si è interessato alle problematiche dei detenuti e del mondo penitenziario.

Dal 2000 al 2005, Unida è stato consigliere provinciale, e nel 2003 propose a Sassari, sia a livello comunale, sia provinciale, l'istituzione della figura del garante dei detenuti, appena introdotta a Roma. Nella sua funzione istituzionale, ha svolto anche un ruolo ispettivo nelle carceri e di impulso per l'organizzazione di iniziative all'interno di queste, per favorire un rapporto di dialogo tra i detenuti e la collettività.

Prima di Antonello Unida, hanno ricoperto la carica suor Maddalena (anche lei nominata alla prima votazione come Unida), Cecilia Sechi e Mario Dossoni. Il Consiglio comunale era stato chiamato a scegliere tra tre candidature: oltre ad Unida, Tiziana Satta e Francesco Mariano Dore.

Nella foto: Antonello Unida
Commenti
17:26
Il Consiglio comunale di Alghero è stato convocato, in sessione ordinaria, in seduta pubblica di prima convocazione, nei locali della Casa comunale di Piazza Municipio, venerdì pomeriggio. Setti gli argomenti all´Ordine del giorno
15:29
Nelle prossime settimane, dopo la delibera del Consiglio comunale del 15 novembre 2018, verrà firmato il contratto di acquisto dell’immobile in cui l’Amministrazione comunale, a partire dal 2012, aveva collocato l’ecocentro comunale con un contratto di locazione di mille euro mensili
© 2000-2019 Mediatica sas