Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziealgheroPoliticaPolitica › Non c´è dialogo: Pulina lascia la vicepresidenza
Cor 18 luglio 2019
Rimane in carica giusto il tempo dell´elezione. Monica Pulina si dimette dalla vicepresidenza del Consiglio comunale di Alghero: un gesto forte per chiedere al resto della maggioranza partecipazione nelle decisioni. Nuova votazione in occasione del prossimo consiglio
Non c´è dialogo: Pulina lascia la vicepresidenza


ALGHERO - Strascichi dopo l'addio alla Lega ma soprattutto dopo le durissime parole indirizzate in aula all'ex coordinatrice locale, oggi assessore, Giorgia Vaccaro [RIGUARDA L'INTERVENTO]. Monica Pulina lascia la vicepresidenza del Consiglio comunale di Alghero (scelta decisa col collega consigliere Giovanni Monti).

L'elezione era avvenuta in occasione della prima riunione consiliare andata in scena lunedì scorso. Un'indicazione presa però «in autonomia dai consiglieri di maggioranza senza consultare la diretta interessata» che inizialmente avrebbe accettato soltanto «per spirito di servizio» come conferma la diretta interessata. Da parte della consigliera, eletta col Carroccio ma ufficialmente transitata nel gruppo Misto insieme ai colleghi Polo e Monti, un gesto forte per riportare centralità al gruppo e probabilmente pretendere dal resto della Maggioranza più condivisione e partecipazione nel dialogo politico e nelle decisioni, alla pari con gli altri partiti.

Con le dimissioni di Monica Pulina rimane in carica solo il vice di Lelle Salvatore in quota opposizione: Raimondo Cacciotto. A questo punto spetterà al presidente inserire tra i primi punti del prossimo ordine del giorno del consiglio la nuova elezione.

Nella foto: la consigliera Monica Pulina
Commenti
19/8/2019
Una sfida che può essere vinta soltanto con intelligenza, buona volontà e senso dello Stato. Per la sua storia e per la sua vocazione, il Partito democratico, in tutta questa situazione delirante, è chiamato a rappresentare l’alternativa razionale, affidabile, competente. E quando dico alternativa lo intendo in tutti i sensi possibili
19/8/2019
Sento il dovere di svolgere appieno il ruolo che i cittadini mi hanno affidato, e di essere la voce di coloro che spesso sono stati inascoltati. Infine, sento di volgerle un grazie per la dedizione e l’impegno con cui sta portando avanti questo duro lavoro
© 2000-2019 Mediatica sas