Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziealgheroPoliticaCronaca › L´urlo di Alfonso: basta messaggi mafiosi
Red 13 giugno 2019
Questa la richiesta con protesta pubblica di Tonino Alfonso a pochi giorni dal voto e poche ore dalla denuncia di una nuova intimidazione: il furto della sua “bicicletta vela”, poi ritrovata dentro il cimitero
urlo di Alfonso: basta messaggi mafiosi


ALGHERO - «Io chiedo alla politica di Alghero che prenda le distanze. Non voglio che si nomini Tonino Alfonso. Si nomini un candidato di questa città, che deve essere libero di fare la sua campagna elettorale anche se non piace ai politici».

Questo l'invito che Tonino Alfonso, candidato con Noi con Alghero, affida ad un video-messaggio Facebook, dopo che gli è stata rubata in Via XX settembre la sua “bicicletta vela”, poi ritrovata all'interno del cimitero. «Non è uno scherzo – prosegue - questo messaggio vuol dire “Tonino Alfonso stai in allerta”». Il candidato ricorda anche le cinque cartucce trovate davanti al suo ufficio quasi un anno fa [LEGGI].

«Probabilmente non sono un manifesto attaccato al muro, probabilmente sono uno che conosce le cose, probabilmente qualcuno ha paura che possa prendere qualche voto più di lui», insiste Alfonso, che ringrazia Roberto Ferrara ed Enrico Daga per la solidarietà, «ma io la pretendo da tutti», sottolinea, chiamando in causa anche Mario Bruno e Mario Conoci, per poi concludere con un messaggio “ai nemici”: «Quello che state facendo mi sta dando più forza. Se mi succede qualcosa, siete tutti responsabili».
15/10/2019
Emerge una scena del crimine agghiacciante. Il 70enne di Alghero trovato morto nella sua casa di Boca Chica, vicino a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana
15/10/2019
«La Consulta cívica per les polítiques lingüístiques del català de l’Alguer da il suo supporto ai responsabili catalani che hanno difeso il diritto all´autodeterminazione, con manifestazioni pacifiche e la votazione finale con il referendum del 1 ottobre 2017», si legge in una nota proveniente da Palazzo Serra
16/10/2019
L´ex patron dell´hotel Capo Caccia di Alghero, Gianni Marocchi, patteggia a 3 anni e 10 mesi nel processo per bancarotta della prestigiosa struttura alberghiera algherese
15/10/2019
«Ieri, migliaia di cittadini catalani all’interno dell’aeroporto hanno intonato “Bella ciao”, un canto diventato, ormai, il manifesto di tutti i popoli che vogliono battersi per la libertà. Il filo linguistico che lega Alghero e la Catalogna ha, adesso, un altro elemento di comunanza», dichiara il presidente della locale Anpi Antonio Budruni
14/10/2019
Scene di ordinaria follia a Porta Sant’Antonio dove tre stranieri, in pieno giorno, hanno strattonato una connazionale: forse un tentativo di rapina. Due le perone fermate, nel commando anche un minorenne. Sul posto le forze dell'ordine
14/10/2019
Nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Lanusei hanno intensificato le operazioni di monitoraggio e sicurezza. Una ventina di militari hanno controllato oltre duecento persone e cento autovetture
© 2000-2019 Mediatica sas