Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaCronaca › Scoperti tre lavoratori in nero nel Cagliaritano
Red 8 giugno 2019
Le Fiamme gialle del Comando provinciale di Cagliari hanno concluso tre controlli nei confronti di altrettanti operatori commerciali con sede a Quartu Sant’Elena, Pula e Capoterra, operanti, il primo, nel settore del commercio di abbigliamento e gli altri due nella ristorazione
Scoperti tre lavoratori in nero nel Cagliaritano


CAGLIARI - Le Fiamme gialle del Comando provinciale di Cagliari, nell’ambito delle attività di contrasto al lavoro nero ed irregolare, hanno concluso tre controlli nei confronti di altrettanti operatori commerciali con sede a Quartu Sant’Elena, Pula e Capoterra, operanti, il primo, nel settore del commercio di abbigliamento e gli altri due nella ristorazione. L’attività ispettiva è scaturita dall’analisi delle informazioni acquisite con il controllo del territorio, in particolare dai controlli sull’emissione dello scontino fiscale, e dal successivo approfondimento attraverso la consultazione delle banche dati in uso al Corpo. L’azione dei finanzieri è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi connessi alla corretta assunzione del personale ed al rispetto delle condizioni contrattuali prescritte dal contratto nazionale di riferimento.

All’atto degli accessi nei posti di lavoro, i militari hanno controllato ed intervistato tutte le persone evidentemente dediti a svolgere le proprie mansioni. Successivamente, hanno proceduto ad incrociare le informazioni acquisite con le risultanze emerse dalla consultazione degli archivi centralizzati e dalla documentazione presentata dai titolari delle attività controllate. Alla fine degli approfondimenti, le Fiamme gialle hanno riscontrato in ciascun esercizio commerciale la presenza di un lavoratore “in nero”, vale a dire sprovvisto di qualsiasi regolarizzazione formale del rapporto di impiego, sia sotto il profilo contributivo, sia assicurativo, circostanza questa che, oltre a costituire illecito amministrativo, non assicura ai lavoratori alcuna forma di tutela e di assistenza, soprattutto in caso di infortunio.

Per i tre titolari delle attività controllate, oltre all’obbligo di regolarizzare i lavoratori per il periodo di lavoro prestato “in nero”, è scattata una sanzione, per ciascuno, compresa tra i 1.800 ed i 10.800euro. Inoltre, nel caso del contribuente cagliaritano è emerso che la retribuzione avveniva in contanti, modalità non più consentita dalla Legge di Bilancio del 2018, che ha imposto, dal primo luglio 2018, l’obbligo del pagamento delle retribuzioni con modalità tracciabili. Per questo, il datore di lavoro è stato destinatario di una sanzione amministrativa compresa tra un minimo di mille ed un massimo di 5mila euro.
23:26
«La Consulta cívica per les polítiques lingüístiques del català de l’Alguer da il suo supporto ai responsabili catalani che hanno difeso il diritto all´autodeterminazione, con manifestazioni pacifiche e la votazione finale con il referendum del 1 ottobre 2017», si legge in una nota proveniente da Palazzo Serra
20:15
Emerge una scena del crimine agghiacciante. Il 70enne di Alghero trovato morto nella sua casa di Boca Chica, vicino a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana
13/10/2019
La società che gestisce l´aeroporto “Mario Mameli” di Cagliari-Elmas «conferma la sua piena disponibilità a collaborare con gli organi inquirenti (qualora in futuro ce ne fosse bisogno) e ribadisce la sua totale estraneità ai fatti oggetto di indagine»
21:06
«Ieri, migliaia di cittadini catalani all’interno dell’aeroporto hanno intonato “Bella ciao”, un canto diventato, ormai, il manifesto di tutti i popoli che vogliono battersi per la libertà. Il filo linguistico che lega Alghero e la Catalogna ha, adesso, un altro elemento di comunanza», dichiara il presidente della locale Anpi Antonio Budruni
14/10/2019
Scene di ordinaria follia a Porta Sant’Antonio dove tre stranieri, in pieno giorno, hanno strattonato una connazionale: forse un tentativo di rapina. Due le perone fermate, nel commando anche un minorenne. Sul posto le forze dell'ordine
14/10/2019
Nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Lanusei hanno intensificato le operazioni di monitoraggio e sicurezza. Una ventina di militari hanno controllato oltre duecento persone e cento autovetture
© 2000-2019 Mediatica sas